Archivi tag: fibrosa

Chi sbaglia paga

Quando mi hanno operato mi hanno lasciato portare a casa il tessuto estratto, per farlo esaminare. Il dottore era convinto fosse ghiandola, io lo ero ancora prima di vedere quella dannata sostanza bianca sotto formaldeide. Allora, che diavolo mi è successo? Di che ginecomastia ero affetto? Ero? ero. ero! Vabbé non è questo lo spazio per la mia indescrivibile gioia per essere finalmente uno normale.

Mi sono arrivati i risultati dell’esame istologico. E il vincitore è… Ginecomastia fibrosa! E che è? Miei cari lettori, cito le testuali parole del referto:

“Descrizione macroscopica:
Porzione di tessuto mammario misurante cm.7x6x4,5, di consistenza elastica. Al taglio è di colore biancastro e di aspetto compatto.

Reperto Microscopico:
Parenchima mammario costituito prevalentemente da tessuto fibroso denso comprendente strutture duttali atrofiche ed adiacente tessuto adiposo.

Diagnosi: Ginecomastia fibrosa.”

Credo voglia dire che ho avuto la ginecomastia vera (come ho sempre sospettato), ma che da qualche anno a questa parte lo squilibrio ormonale che mi aveva portato a sviluppare questo inestetismo deve essersi risolto. La ghiandola si è atrofizzata lasciando dietro di sè solo tessuto fibroso. Di grasso ce n’era veramente poco, e mi viene da pensare, chi ha sbagliato? Per colpa di chi sono stato sul punto di lasciar perdere questa lotta contro me stesso, convinto che non fosse etico farsi una liposuzione? Il povero chirurgo generale che mi aveva visitato non ne ha molta colpa, per quanto la sua visita sia stata frettolosa e si sia fidato troppo dei risultati dell’ecografia. Ma è mai possibile che nel 2012 non si riesca a sapere che tessuti ci siano al di sotto di pochi centimetri di pelle? Ragazzi se avete di questi dubbi provate con una biopsia, forse avrete dei risultati meno campati per aria. In realtà non me la sento nemmeno di incolpare l’ecografista, in quanto probabilmente stava cercando la tipica struttura a grappolo della ghiandola, non pensando ad un grosso e compatto grumo di tessuto fibroso. Ma allora vi dico cari dottori, fidatevi di più dei vostri pazienti e di quello che sentono. Tutti possono sbagliare. È vero, ma non quando si tratta della salute. Non vi paghiamo così tanto perché avete studiato tanto, siete ben pagati perché quello che esce dalla vostra bocca deve essere oro colato, perché avete una responsabilità pazzesca, non dimenticatelo mai, per il giuramento d’Ippocrate. Rabbrividisco al solo pensiero che sia tanto facile sbagliare una diagnosi del genere.

Ora mi sto informando per avere un rimborso delle spese che ho dovuto sostenere da solo perché qualcuno non ha fatto il suo dovere. E nonostante tutto credo ancora nell’assistenza sanitaria nazionale, a mio parere uno dei servizi migliori che noi italiani abbiamo a disposizione.

Annunci