FAQ

Sono passati ormai 3 anni dall’intervento. Nel corso degli anni ho risposto (soprattutto privatamente) a diversi compagni che mi hanno chiesto consiglio prima di intraprendere questo difficile viaggio. Su concessione di alcuni di loro ho raccolto delle domande che ritengo possano esserti utili:

  • Quanto costa operarsi?

Se riesci e ti fidi a farti operare tramite servizio sanitario nazionale (solo in caso di ginecomastia vera o mista) non costa praticamente nulla. Invece, seguendo l’iter privatamente, le variabili in gioco sono troppe per poter dare una risposta precisa. Dipende prima di tutto da che tipo di ginecomastia si è affetti, se falsa, il tipo di intervento necessario è una semplice liposuzione, che costa sicuramente meno di una mastectomia. Il grande punto di domanda è l’onorario del chirurgo. Alcuni, per poter operare, si devono appoggiare a strutture esterne che devono a loro volta pagare. In generale mi sento di dire che se ci si affida ad un centro specializzato in chirurgia estetica si dovrebbe in teoria sborsare di meno. Personalmente mi hanno chiesto 4000€ per una semplice liposuzione in un centro convenzionato con il SSN, ma per la stessa cifra mi è stata praticata una mastectomia completa, con ottimi risultati.

  • Se si trattasse di ginecomastia vera, mista o fibrosa, sarebbe possibile, secondo te e il tuo trascorso, asportarlo e quindi praticare solamente una lipo?

No. La lipo non basterebbe. Devi pensare alla liposuzione come una cannuccia che succhia il grasso sciolto. Non si può sciogliere il tessuto ghiandolare, atrofizzato o meno.

  • Mi spaventano molto le cicatrici sul bordo inferiore dell’areola, dopo quanto tempo si assestano?

Non ti preoccupare, le incisioni sono piccolissime e ti metteranno pochissimi punti. Dopo poche settimane scompaiono. L’unico segno che mi è rimasto è la pelle nuova sul bordo inferiore del capezzolo che ha una pigmentazione leggermente più chiara rispetto al resto del capezzolo (perché si tratta di pelle nuova).

  • Io ho un’areola un po’ grande (rimuovendo quello che c’era dietro) le dimensioni possono diminuire?

Sì, le dimesioni del capezzolo si riducono, non tanto in termini di diametro, quanto di superficie. Non avendo grasso dietro, lo avrai bello piatto e mai più conico. Non voglio spaventarti, ma una cosa che temevo più delle cicatrici era l’introflessione del capezzolo. Praticamente il capezzolo non rimane piatto ma rientra. Questo può avvenire per svariati motivi, ma principalmente se la ghiandola si è sviluppa all’interno del pettorale. Una volta asportata completamente, rimane una conca. Sta soprattutto al chirurgo scolpirti al meglio per evitarlo, magari non asportandola del tutto. In un certo senso sono artisti anche loro.

  • Ti hanno applicato dei drenaggi?

No, a me personalmente no. Però questo può non valere per te. Sta al chirurgo decidere. In linea di massima diciamo che se c’è poco da togliere i drenaggi non sono necessari.

  • Per quanto tempo hai dovuto portare la fascia compressiva? È visibile sotto una t-shirt?

Qui ci sono due possibilità, o ti riferisci alla fasciatura dopo l’operazione oppure alla canotta compressiva che ho dovuto portare più o meno tre mesi. Ora ti spiego. Il mio chirurgo mi ha consigliato una canottiera compressiva che serve a sostenere i tessuti e a comprimerli non permettendo così accumuli di liquidi. La fasciatura, invece, dopo una o due settimane io l’ho tolta, ma solo perché avevo la canottiera. Io la consiglio anche se costa un occhio della testa ed è pure un po’ scomoda. Credo serva davvero, ma il tuo chirurgo ti dirà quello che è meglio per te, non io. Sia la fasciatura che la canotta si intravedono soltanto sotto una t-shirt stretta.

  • Ti hanno fatto un’anestesia locale con sedazione? È dolorosa? Dormi completamente durante l’intervento?

Mi hanno addormentato e reso insensibile il petto mentre dormivo. Non ho sentito niente. Solo una punturina quando mi hanno infilato una valvolina nel braccio e un po’ di bruciore che si diffonde quando ti inniettano il sedativo. Ha cominciato a girarmi un po’ la testa, poi più niente. Mi sono svegliato che mi portavano via sottobraccio mentre straparlavo ancora sotto l’effetto della droga.

  • Dopo quanto ti hanno rimosso i punti?

A me hanno messo i punti che si riassorbono da soli! Questo però dipende dal tipo di intervento e dalle scelte del chirurgo. Non posso garantirti che faranno lo stesso con te.

  • Dopo quanto tempo la prima doccia?

Dopo una settimana ti potrai già fare la doccia.

  • Per esaminare la parte asportata ti hanno fatto pagare?

Dipende dal tuo percorso. Io l’ho fatto esaminare solo perché volevo la prova nero su bianco che ero affetto da ginecomastia vera. Pensa che mi era stata diagnosticata una ginecomastia falsa sebbene sotto pelle avessi una ghiandola di 7x6x4,5 cm. Ho pagato mi pare 30€ di ticket sanitario e basta. Se invece ti operi con la mutua ci pensano loro direttamente a farlo esaminare (per essere sicuri che sia solo ghiandola e non qualcos’altro come un tumore) e possono anche non farti sapere niente.

  • Dopo quanto svanisce il gonfiore? È molto evidente?

Questo è molto soggettivo. Il tuo corpo può produrre molti liquidi e quindi aumentare il volume del gonfiore. Io ero praticamente piatto fin da subito.

  • Quali sono i tempi per vedere il risultato definitivo?

Definitivo definitivo almeno un anno. Ma non ti preoccupare, riesci ad apprezzare i risultati, come ad esempio la diminuizione di volume, appena non ti senti più gonfio (che come ti ho detto è molto soggettivo e nel mio caso fin da subito). Per quanto riguarda l’aspetto del capezzolo invece devi aspettare un po’ di più.

  • Dopo quanto tempo hai potuto riprendere l’attività fisica?

Io dopo due settimane già lavoravo (barista), ma per attività fisica degna di questo nome, ho dovuto aspettare almeno 30 giorni. Anche questo è molto personale. Il tuo medico saprà dirti quando, quando andrai a fare le visite di controllo.

  • Dolore post intervento?

Solo i primi giorni e niente di insopportabile. Poi solo fastidio fastidio e fastidio. Soprattutto con quella canotta stretta sulla ferita

  • A 3/4 mesi dall’intervento le cicatrici saranno molto visibili?

Se il tuo chirurgo avrà fatto un buon lavoro, per allora saranno invisibili.

  • Qualche consiglio per ottenere un miglior risultato?

Segui le indicazioni del medico, fatti seguire anche nel decorso postoperatorio. Poi non appena ti dà l’ok, rimettiti in forma, fai sparire un po’ la pancia e metti massa sul petto.

Spero che queste risposte possano esserti state utili, se hai ancora dubbi, non esitare e scrivimi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: