La via del codardo

In quell’Odissea che è la nostra vita, c’è sempre una Circe che vuole trasformarti nel suo animale da compagnia. È in grado di far sembrare 5 anni, 5 ore d’amore e drogarti con l’illusione di poter bere ambrosia dalle sue labbra. Ma per me non è altro che un freno alla mia ricerca, al peregrinare in cerca delle risposte alle domande che lei non si pone.

Si è già stancata del suo cucciolo e lo ha abbandonato in autostrada. Eppure gli effetti dei suoi incantesimi d’amore permangono ancora su di me, come se davvero m’avesse trasformato in cane, che, per quanto maltrattato, non riesce a non amare il suo padrone. Ma solo io sono il padrone del mio destino e quindi fuggo, scelgo la via del codardo, per non commettere più gli errori del passato che tanto mi han fatto soffrire.

Così saremo tutti e due felici, lei senza più il dovere di accudirmi e io senza più la ferita che mi procura vederla. E così saremo entrambi infelici, senza più il sollievo delle mie carezze e senza più il piacere della sua vista.

Andrò ad Est, per me un impegno è un impegno per quanto gravoso.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: